Struttura - Biella Rugby
 
 
 
 

Il Progetto Cittadella del Rugby di Capponi Giardini

All’inizio c’era un campo da gioco in erba e un piccolo terreno da allenamento che regolarmente da novembre si trasformava in un pantano.
Era il 2003 e il nuovo campo con due spogliatoi più grandi e un altro paio di minori diventava la “casa” del Biella Rugby.
Da allora, la società ha trattato l’impianto proprio come una casa e l’ha fatto diventare una piccola città, nella quale praticamente ogni giorno centinaia di bambini, bambine, ragazzi, ragazze, adulti e famiglie si ritrovano per il piacere di giocare a rugby e di vivere l’emozione di far parte della famiglia gialloverde.
Una piccola città: la Cittadella del Rugby.
Oggi in Via Salvo d’Acquisto c’è anche un campo in sintetico, una club house, che è il cuore della vita della società, un altro spogliatoio, una palestra, un campo sintetico coperto, un ampio dehors, una zona fumatori (l’interno dell’impianto è tutto “smoke-free”) e tutta una serie di piccole e grandi attrezzature per rendere sempre più funzionale e accogliente la Cittadella.
Buona parte delle opere è stata costruita dal Biella Rugby, con l’aiuto anche di piccoli e grandi sponsor. Perché la filosofia gialloverde è sempre stata, da decenni, quella di investire sui giovani, di aiutarli a crescere come rugbysti e come uomini e donne. E un impianto come la Cittadella è fondamentale per questo obiettivo che è sportivo, ma anche e soprattutto sociale.
Tutto a posto, quindi? No. Perché il Biella Rugby continua a crescere; cresce la sua famiglia e ha bisogno, ha diritto a nuovi spazi.
Ed ecco che stanno nascendo, a nord del campo in erba, quattro nuovi spogliatoi ai quali saranno affiancati altri locali di servizio. Tutto, o quasi, a spese del Biella Rugby, che continua ad investire per i suoi giovani.
Ci sarà un’area verde attrezzata, uno spazio per le famiglie, si amplierà la club house, si sta cercando di trovare nuove aree di parcheggio ed è in progetto anche un terzo campo.
E a completare le opere si costruirà anche una tribuna da almeno 500 posti con i servizi per gli spettatori, perché l’esigenza, ormai, non è più differibile.
Quando? Se fosse una questione di volontà e di idee, sarebbe già tutto completato. Ma servono anche i fondi, gli sponsor, i contributi delle amministrazione pubbliche. Perché il BRC è una risorsa per tutti. Anche per chi legge…

Campi

Campo in erba naturale

Campo in sintetico

Torre video e riprese

Tensostruttura Attrezzata (450 mq.)

Palestra

Club House

Il Team

biella-rugby-struttura-naccari-giuseppe

Giuseppe Naccari 


Responsabile pulmini e manutenzione

biella-rugby-struttura-vatteroni-daniele

Daniele Vatteroni


Responsabile lavori

biella-rugby-organigramma-tarello-massimo

Massimo Tarello


Responsabile lavori