Serie C - Accordo di collaborazione con Rugby Santa Rita, il ruolo di head coach affidato al neozelandese Michael Dwyer - Biella Rugby

Serie C – Accordo di collaborazione con Rugby Santa Rita, il ruolo di head coach affidato al neozelandese Michael Dwyer

Serie C – Accordo di collaborazione con Rugby Santa Rita, il ruolo di head coach affidato al neozelandese Michael Dwyer

Il Biella Rugby conferma la propria passione per la scuola neozelandese e conclude con il coach Michael Dwyer che si occuperà, nel corso della stagione ormai alle porte, di allenare la squadra cadetta. Nuovi progetti riguardano proprio la seconda squadra gialloverde che si accinge ad iniziare un rapporto di collaborazione con Rugby Santa Rita, giovane club di Novara.

“L’accordo prevede di unire le forze per dare una seconda squadra alla nostra serie A, cosa che permetterebbe anche al club novarese di far giocare un piccolo gruppo di giocatori senior attualmente tesserati presso di loro”, spiega Corrado Musso in veste di direttore sportivo, “Michael allenerà la squadra cadetta e una volta a settimana si recherà presso i loro campi per svolgere le attività previste. Un progetto nato anche per volontà del Biella Rugby di aiutare un club molto giovane che si occupa principalmente di categorie giovanili a migliorare alcuni aspetti, mettendo a disposizione l’esperienza accumulata in anni di lavoro. Un primo passo per rendere la nostra società un esempio e per aiutare club vicini a sviluppare le varie attività dando il nostro supporto con la speranza, in un breve o lungo termine, di poter selezionare i giocatori ritenuti di qualità dal nostro staff, per eventualmente raffrontarsi con la categoria di alto livello in cui attualmente Biella milita”.

Michael Dwyer si è trasferito in Italia qualche anno fa per vivere con la moglie Elda e i loro due bellissimi bambini: “Sono venuto in questo paese”, racconta, “con una mentalità aperta al cambiamento e alle novità. Apprezzo molto la cultura italiana. Lo scorso anno ho completato la laurea magistrale in Sport e Salute presso l’Università del Foro Italico a Roma presso la quale ho avuto l’opportunità di approfondire diversi argomenti studiando la motivazione sportiva del rugby in Italia. Da alcuni anni ho contatti con Biella Rugby. Avevo sentito parlare molto bene di questa società da amici e colleghi con i quali ho lavorato in passato, ma non si era ancora presentato il momento giusto per affrontare un percorso insieme. Mi sono sempre tenuto in contatto con Aldo Birchall da quando ha iniziato a lavorare per il club e il suo eccellente feedback sulla squadra e sul coinvolgimento della comunità locale hanno avuto un impatto importante sulla mia decisione attuale. Dopo aver incontrato Corrado e Vittorio Musso che mi hanno illustrato la visione del club e l’impegno per coinvolgere la comunità nel rugby, volevo esserci anch’io. La visione di Biella Rugby sul nostro sport, si allinea alla mia. È arrivato il momento giusto per lavorare insieme. Mi piace l’idea che Biella Rugby inizi la collaborazione con un altro club in modo da renderci un punto di riferimento per il rugby del nord Piemonte! Trovo molto intelligente che il club proponga progetti di studio e lavoro, progetti anche a lungo termine, inoltre sono rimasto molto colpito dalla struttura. Sapevo che era uno dei punti di forza della società, è davvero tutto molto bello. Mi aspetto a breve termine di avere, all’interno della squadra inclusione, coesione e sviluppo. Essendo un gruppo nuovo, dove una parte dei ragazzi arriva da un’altra società, sarà fondamentale far sentire tutti i benvenuti e creare un gruppo con obiettivi comuni per tutta la durata della stagione. Sarà importante che ogni giocatore conosca bene il gioco e migliori le tecniche individuali al fine di produrre un gruppo più unito e più forte. I giocatori dovranno porsi degli obiettivi e cercare di migliorare perché la sfida sarà dura. La seconda squadra dovrà essere per tanti giovani, un passaggio obbligato per arrivare alla Serie A. L’obiettivo a lungo termine sarà quello di arrivare con la seconda squadra alla Serie B per essere di maggiore utilità per il club e per la prima squadra. Ho la fortuna di essere in una società con ottimi tecnici come Aldo Birchall, Darrel Shelford, Fraser Murray e Marco Porrino, anche per me sarà una grande opportunità di crescita”.

Michael Dwyer, prima di trasferirsi a Biella, ha allenato dal 2017 la squadra Senior del Rugby Udine Union (Serie A).

 

 

 

Paola Giacchetti

Addetta Stampa

Biella Rugby Club

Comments are closed.