Tutti i risultati del weekend gialloverde

SERIE A F                 7.11.21 a Parabiago, Rugby Parabiago vs Biella Rugby 20-0 (29-10)

Brc: Pagliano; Difino, Schillaci, Zanoni, Colombero; Lusso, Guaia; Stoppa, Persol, Bertello; Papeo, Merici; Kengni, Venco, Lembo. A disposizione: Beani, Ristorto, Licata, Meinero, Rezzaro.

Sandro De Sordi head coach: “Ennesima prova di carattere in casa della capolista. Nel primo tempo, Biella affronta a testa alta le più attrezzate milanesi, con una difesa arcigna e molto alta, obbligando le avversarie ad alternare il gioco al piede per avanzare. Il primo tempo finisce 5-3 per le padrone di casa. Tre punti di Lusso su punizione sono il bottino di Biella. Nel secondo tempo, Parabiago mette in campo una mischia più pesante, ma Biella tiene bene in difesa e rintuzza sempre le percussioni lombarde. Biella cede al 52’ e al 60, quando subisce due mete, ma al 69’ segna con Schillaci che si invola da metà campo. Le due mete finali di Parabiago arrivano per errori difensivi, ma non mettono ombra a una prestazione di carattere di una squadra evidentemente molto giovane, ma ricca di giocatrici che hanno voglia di imparare e guidata da una capitano di talento: Deborah Stoppa. Naturalmente la partita verrà omologata con il solito 20-0 per mancanza di prime linee”.

U19     7.11.21 a Grugliasco, Cus Torino vs Biella Rugby

Brc: Negro, Masotti, Cerchiaro, Caputo, Ramella Bon; Besso, Defilippi; Givonetti, Zanotti, Vaglio Tessitore; Bodone, Cafaro; Zanotti, Mureddu, La Cognata. A disposizione: Lemma, Cordaro, Villano, Bertonei, Protto, Mondin, Panizza.

Andrea Caputo, coach: “Pomeriggio da dimenticare per Biella che sbaglia tutto lo sbagliabile e anche di più. Mai in partita, se non per quindici minuti nel primo tempo e negli utimi dieci del secondo. Finiscono sotto al 40’ 27-0. Secondo tempo, fotocopia del primo: troppi errori individuali, collettivi e gestionali non portano che sette punti che però servono solo allo score finale. Meta di Givonetti trasformata da Caputo”.

U17     6.11.21 Biella Rugby vs Ivrea 15-15 (10-5)

Brc: Defilippi; Gravinese, Trocca, Moretti, Grillenzoni; Castello, Besso; Borno, Gregori, Mosca; Fantini, Buturca; Silvestrini, Gibello, Zavallone. A disposizione: Boglietti.

Marcatori. Mete: Borno e Gravinese. Calci: Moretti (1 trasformazione e 1 penalty)

Emilio Vezzoli, coach: “Una bella partita, giocata ad un ritmo alto. Nonostante alcune assenze, i ragazzi hanno confermato una forte solidità del gruppo, dimostrando maturità. Peccato aver lasciato un po’ troppo spazio ad Ivrea nel secondo tempo, ma i nostri ragazzi non hanno ceduto e hanno trovato le energie per marcare la meta del pareggio all’ultimo secondo. Il risultato conferma l’equilibrio tra le due squadre che, insieme, hanno permesso a tutti i presenti, di godersi un bello spettacolo.

U17 F 7.11.21 a Rovato

Magda Frank dirigente: “Prima uscita della stagione per Biella, con la collaborazione di Pro Vercelli e San Mauro che fanno parte del progetto franchigia. Ottima prestazione delle ragazze, buona attitudine e voglia di giocare da parte di tutte. Tanto lavoro da fare con un margine di miglioramento molto alto per il futuro. Nota positiva della giornata, dopo due sconfitte, vittoria 34-31 contro Orio”

U13     6.11.21 a Rivoli, Festa del Rugby

Adriano Moro, coach: “Nello sport, ogni tanto capita che succeda qualcosa di brutto e impensabile, come ragazzi e dirigenti che si picchiano e si insultano indipendentemente dall’età, dal sesso e dalla provenienza geografica, però la maggior parte delle volte succede anche che alcuni genitori diventino genitori di tutta una squadra, caricandosi in macchina i loro figli e anche quelli di coloro che quel giorno non potevano accompagnarli a un torneo a cento chilometri di distanza. Capita che ci siano dirigenti che seguono le squadre anche senza avere i loro figli in squadra, perché magari giocano da un’altra parte nella stessa giornata. Capita che ci siano allenatori che si caricano i giocatori in macchina, che si connettono al telefono per sapere i risultati perché impossibilitati a venire, che allenano i giocatori anche con i tutori alle gambe, senza saltare un solo minuto a bordo campo. Capita che ventisei ragazzi con caratteristiche eterogenee , giochino insieme, si divertano e gettino le basi per diventare un vero gruppo, pronto a portare il senso di “Famiglia” su tutti i campi in cui giocheranno. Poi accade anche che su otto partite disputate, la famiglia, sei le vince, con trentanove mete segnate e diciassette subite, una la pareggia e una la perde. Capita, perché affrontare le difficoltà e superarle insieme fa parte dell’essere “fratelli”. Poi finisce che tutti insieme si aspetti con ansia il ritorno in campo dei compagni che devono recuperare degli infortuni. Questa è la fotografia più bella della Festa del Rugby, giocata domenica a Rivoli insieme a Settimo Latorre, Moncalieri e Rivoli”.

 

 

Ufficio Stampa

Biella Rugby Club

Comments are closed.